domenica 30 settembre 2012

Madonna del Rosario - 1° domenica di ottobre a Lugo di Vicenza

Quanti bei ricordi ...perchè la mia casa, costruita dalle mani di mio padre, dove sono vissuta per i primi cinque anni della mia vita, con il nostro prato, erano proprio lì confinanti con la preziosa Chiesetta dedicata alla Madonna, località al Gallaro.
La mamma e le sue care amiche, parenti e vicine si prodigavano per preparare le centinaia di bandierine che facevano da percorso nell'immediata vicinanza della Cappella per il passaggio della bellissima Statua innalzata dai portantini.
Mi raccontava la mia carissima Mamma, sin da piccola, che i vecchi tramandavano la storia della stele, posta davanti, con la pietra che alcuni uomini volevano rimuovere ma fu loro impedito data la catastrofica tempesta che si abbattè in quel momento...Dovrò approfondire....


mio nipote Enrico a sinistra al mixer

EDIZIONE 2011
SFILATA ALCUNE CONTRADE


GIOCHI IN PIAZZA - MOMENTI


CHIESETTA DEDICATA ALLA MADONNA DEL ROSARIO CON LA PARTICOLARE STELE GRIGIA A SINISTRA DELLA FOTO
Interno chiesetta della Madonna del Rosario località Gallaro a Lugo di Vicenza


martedì 25 settembre 2012

Quadretto del mio albero del tulipano - Liriodendro

 
AUTUNNO
 
Gli inglesi usano Autumn e per loro Fall ha un suono arcaico, un po' come quando in italiano si usano termini da divina commedia, mentre per gli americani è vero il contrario: Fall è di uso comune mentre Autumn ha un sapore europeo ‘classico’ che a loro proprio suona strano.
In Inghilterra si usarono le due parole a cui ci stiamo riferendo, con la differenza che coloro che emigrarono in America preferirono mantenere Fall mentre quelli che restarono alla fine adottarono Autumn.
 
 image
 
 
foto dal web 
 
 e sotto il nostro liriodendro vedi anche:

Autunno ANNO 1998...e autunno 2011 | Ariannadisegnadipingecrea ...

ariannadisegnadipingecrea.blogspot.com/2011/.../autunno-ann0-199...
 
 foto dello scorso autunno
 

lunedì 24 settembre 2012

Uva bianca di Cellore d'Illasi Verona

DA UN PIACEVOLE DONO DI PARENTI VERONESI....


HO LA PRESSIONE BASSA, MI GIRA LA TESTA...E QUALE MIGLIOR RIMEDIO PER RIGENERARSI DI UN BEL GRAPPOLO D'UVA DORATO?
ALLORA, PRIMA DI GUSTARLO...L'HO PURE DISEGNATO!

 
 

 

sabato 22 settembre 2012

UN ANNO DEL MIO BLOG......

E' TRASCORSO UN ANNO DALL'APERTURA DEL BLOG...
 
"facciamo un brindisi  !!!"



p.s.       Nel Seicento i Lanzichenecchi di origine tedesca, che invasero la nostra penisola, durante le loro libagioni erano usi alzare il bicchiere verso i compagni dicendo bring dirs che, alla lettera, significa lo porgo a te, lo levo a te (sottinteso il bicchiere) come auspicio di ottima salute.
Il popolo, sentendo quella frase tradusse, a orecchio, brindisi. Gli Spagnoli, presenti anch’essi sul nostro "patrio" suolo, furono così affascinati da quell’usanza tedesca che da brindis, come essi pronunciavano, coniarono il verbo brindar.
 
 
BACI A TUTTI I LETTORI !!!!

venerdì 21 settembre 2012

Coltivo una.....Rosa bianca - José Martì

Coltivo una rosa bianca

Il poema XXXIX dei Versos Sencillos di José Martì (il poeta nacque a L'Avana - quando Cuba era ancora una colonia spagnola)
 



Coltivo una rosa bianca,
In luglio come in gennaio,
Per l’amico sincero
Che mi porge la sua mano franca.
E per il crudele che mi strappa
Il cuore con cui vivo
Né cardo né ortica coltivo:
Coltivo una rosa bianca.
Cultivo una rosa blanca,
En julio como en enero,
Para el amigo sincero
Que me da su mano franca.
Y para el cruel que me arranca
El corazón con que vivo
Cardo ni oruga cultivo:
Cultivo la rosa blanca.



 

martedì 18 settembre 2012

Sant' Arianna (Ariadne) di Primnesso - Martire

L'onomastico viene festeggiato il 18 settembre in ricordo di Sant'Arianna martire in Frigia - Turchia durante il III secolo.

Arianna era una giovane schiava di Tertullo, decurione di Primnesso nella Frigia Salutare, che essendosi rifiutata di rompere il digiuno nel giorno del compleanno del figlio di Tertullo, fu scoperta cristiana e, dopo essere stata flagellata, rinchiusa nella prigione domestica per un mese, al termine del quale Tertullo venne denunciato da spie al preside Gordio, con l'accusa di nascondere una cristiana. Tertullo, condotto in giudizio, fu abilmente difeso da Nicagora ed uscì assolto dal processo, sostenendo che Arianna faceva parte della dote della moglie e che egli nulla sapeva della sua fede. Segue quindi l'interrogatorio di Arianna, che, proclamandosi cristiana di famiglia cristiana, rifiutò di sacrificare agli dei. Condannata alla tortura sul cavalletto, fu salvata da un intervento del popolo impietosito dalla sua giovinezza, intervento che per la sua illegalità suscitò le ire di Gordio, costretto tuttavia a concedere ad Arianna una dilazione di tre giorni perché potesse recedere dai suoi propositi e sacrificare, salvandosi la vita. Queste due parti, la difesa di Tertullo e l'interrogatorio di Arianna, sono senz'altro autentiche, per la loro precisione e per il ricordo di un procedimento (il processo coram populo) anteriore alle persecuzioni di Diocleziano. Allo scadere dei tre giorni, Arianna fuggì verso una zona montagnosa, ma, vedendosi inseguita, elevò a Dio la preghiera di essere accolta nella roccia, e Dio l'esaudì. Gordio diede allora ordine al capo dei custodi del tempio di aprire il masso e trarne fuori Arianna per mostrare al popolo la potenza degli dei. Ma un temporale, in cui comparvero due angeli, disperse la folla impaurita.
Così finisce la storia; il redattore Franchi de' Cavalieri, esaminando la narrazione del martirio di Ariadne, scoperta nel 1899 da Giovanni Mercati nel cod. Vaticano greco 1853, la divise in cinque parti, tra cui si citano i fatti suddetti.
 
Il nome ha un' etimologia GRECA, da Αριαδνη (ariadne), composto da αρι (ari, "molto") e αδνος (adnos, "puro", "sacro") e significa quindi "molto sacra", "molto pura", "purissima".
 
p.s. NOME ALQUANTO IMPEGNATIVO....
 

domenica 16 settembre 2012

Cristalleria, tazzine, saliera e libreria........




LA SALIERA E LA LIBRERIA IN NOCE APPARTENEVANO AL MIO PROZIO MATERNO DON DOMENICO

ANZU' DELLA CITTA' DI FELTRE E BELLUNO



QUESTO SPLENDIDO PANORAMA SI PUO' AMMIRARE DAL SANTUARIO ROMANICO-BIZANTINO DI ANZU'- LOCALITA' DI FELTRE

 
 
 
 
INTERNO DEL SANTUARIO DEDICATO AI SANTI VITTORE E CORONA
 DIPINTI DELLA SCUOLA DI GIOTTO

  La primitiva chiesa è stata edificata per volontà del crociato Giovanni da Vidor nell'XI secolo e successivamente ampliata a monastero con la costruzione di un bellissimo chiostro nel '400.
 
 



 
 
 
I resti dei Santi sono stati portati a Feltre dai Crociati di ritorno dalla Siria.
 

LA SEDIA VESCOVILE CHE.....CURA IL MAL DI SCHIENA....


AFFRESCO DEL MAESTRO VICO CALABRO'
 
 
 
POI VISITA ALLA CITTA' DI BELLUNO
 





POI FELTRE CON LA SUA PICCOLA "FENICE", MERAVIGLIOSO TEATRO DETTO "DE LA SENA" DOVE RECITO' E LAVORO' IL GRANDE COMMEDIOGRAFO VENEZIANO CARLO GOLDONI



PARTICOLARE DI UN PALAZZO MEDIOEVALE A FELTRE

...............e sotto il sagrato del Duomo di Feltre si sviluppa un’area archeologica di circa 1000 mq., frutto di scavi e restauri condotti dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto a partire dagli anni ’70.