lunedì 28 aprile 2014

LEGGERE IN MODO DIVERSO....


 
 
SECONDO UN PROFESSORE DELL'UNIVERSITA' DI CAMBRIDGE,
 NON IMPORTA
IN CHE ORDINE APPAIANO LE LETTERE IN UNA PAROLA,
L'UNICA COSA IMPORTANTE E' CHE LA PRIMA E L'ULTIMA LETTERA SIANO NEL POSTO GIUSTO.
 
IL RISULTATO PUO' SEMBRARE MOLTO CONFUSO MA NONOSTANTE TUTTO SI PUO' LEGGERE SENZA MOLTI PROBLEMI.
 
 
 

lunedì 21 aprile 2014

venerdì 18 aprile 2014

GABRIEL GARCIA MARQUEZ.....RICORDO....

L'amore ai tempi del colera (nella lingua originale El amor en los tiempos del cólera) è, tra le altre opere, un romanzo del Premio Nobel per la letteratura Gabriel García Márquez, autore colombiano di fama mondiale noto al grande pubblico con il romanzo Cent'anni di solitudine.

Nel 2007 il romanzo è stato anche adattato per il grande schermo dal regista Mike Newell.
L'amore ai tempi del colera vede come protagonisti Giovanna Mezzogiorno e Javier Bardem nei ruoli di Fermina e Florentino. Alla colonna sonora del film ha collaborato la cantautrice colombiana Shakira, autrice di alcuni pezzi ed interprete di tutte le musiche.
Trama del film: Florentino Ariza, un impiegato con la passione per la poesia, si innamora dell'adolescente Fermina Daza. Tale amore, però, non avrà coronamento prima di "cinquantatré anni, sette mesi e undici giorni, notti comprese".......

"Nel corso degli anni entrambi arrivarono, seguendo vie diverse, alla conclusione saggia che non era possibile vivere altrimenti, né amarsi altrimenti: nulla a questo mondo era più difficile dell'amore....."
dal libro "L'amore ai tempi del colera" di Gabriel García Márquez
da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/amore/frase-174533?f=w:77>

sabato 12 aprile 2014

ANELLI DI CIPOLLA ...DORATI ED IMPANATI CON UOVA, SALE E PANGRATTATO







VARIANTE CON PASTELLA A BASE DI:
  • FARINA
  • BIRRA
  • UN PO' DI LIEVITO (VA BENE ANCHE QUELLO PER DOLCI)
MESCOLARE LA PASTELLA E PASSARE GLI ANELLI DI CIPOLLA, CHE AVRETE AFFETTATO A FETTE SPESSE E DIVISE IN CERCHI, NELLA MISCELA E QUINDI FRIGGERLI IN OLIO DI SEMI DI ARACHIDI (L'OLIO MIGLIORE PER FRIGGERE PERCHE' HA UN ALTO PUNTO-FUMO, CIOE' RESISTENTE AD ELEVATE TEMPERATURE)

domenica 6 aprile 2014

La casa degli spiriti - Isabel Allende - scrittrice cilena

SAGA DAGLI ANNI '20 AGLI ANNI '70
ISABEL ALLENDE

Affamato di terra e di potere, Esteban decide di ristrutturare una proprietà abbandonata, "Tres Marias", e riesce a riportarla al suo pieno splendore, diventando nel frattempo un rispettato uomo politico di destra. Dopo aver predetto la morte della sorella, Clara si rifugia in un mondo tutto suo, popolato di spiriti ed esseri straordinari, con la protezione di sua madre Nivéa. Anni dopo, Esteban sposa Clara e i due si stabiliscono alle "Tres Marias", dove vivono con la sorella nubile di lui, Férula. Clara, vera matriarca, non esita ad usare le sue doti soprannaturali per prevedere e manipolare le sorti della famiglia. Férula e Clara legano subito moltissimo, come sorelle di sangue. Clara riempie istantaneamente il bisogno di calore e amicizia, così assenti nella vita della cognata. Nonostante la crescente popolarità politica di Esteban, questi perde potere proprio nel contesto della vita domestica, tenuto in scacco dalle sue donne ed escluso dai segreti della famiglia. Blanca è la figlia ribelle di Trueba. Ha una fiera passione per la giustizia e un amore nascosto per il contadino figlio del fattore della tenuta paterna, Pedro. Rifiuta di sposare il marito che il padre le ha destinato, il nobile svizzero Satigny, rischiando tutto per i momenti proibiti con il suo amante Pedro. Quando Clara decide di appoggiare Blanca nella lotta contro i meschini ideali del padre, la situazione tra padre e figlia peggiora. Ma gli orrori della dittatura sono alle porte...


Da questo romanzo è stato tratto l'omonimo film, con Jeremy Irons, Meryl Streep, Glenn Close, Antonio Banderas, Winona Ryder e Vanessa Redgrave

LOCANDINA DEL FILM

Con La casa degli spiriti la Allende si è affermata come una delle più importanti voci della letteratura sudamericana; il libro è una commistione tra realtà e fantasia...
 

venerdì 4 aprile 2014

NO STRESS...



Sta di fatto che LE BARZELLETTE ci rallegrano la vita e l’umore, e quindi, prendiamole come rimedio contro lo stress di tutti i giorni e con esse, impariamo a rilassarci ed a sorridere.
La barzelletta porta pensieri positivi, e quindi riduce il cattivo umore ed è un toccasana anche contro la depressione.
E proprio per ridere un po’ ecco una curiosa e simpatica barzelletta:
Barzelletta - Vecchiette fortissime....


Due vecchiette sono sedute in chiesa. La funzione è particolarmente lunga. Una delle due si lamenta: "Mi si è addormentato il sedere!" E l'altra: "Lo so, l'ho già sentito russare tre volte!"