sabato 28 aprile 2018

Gita

"Sarebbe bello parlare con i bambini che eravamo e chiedere loro cosa ne pensano degli adulti che siamo diventati.”
J.F. Gabanhia

In gita, cosiddetta del Fioretto del mese di maggio, al Lago di Garda, con mamma e sorellina Patrizia

venerdì 27 aprile 2018

Beatitudini

Io devo forse ai fiori l’essere diventato pittore.
(Claude Monet)
Piazzetta San Biagio (Vicenza) - vicinanze (mia foto)



Queste due foto, invece, mi sono state inviate da Giovanna/Annamaria Grazian

martedì 24 aprile 2018

Filosofia

"Se porti la tua croce con pazienza, ti sembrerà più leggera"...così aveva scritto mio padre.
Emozionante, anche quella esse, da veneto, al posto della zeta in "paziensa"!

domenica 22 aprile 2018

Libro "Orizzonte perduto" di J. Hilton

Orizzonte perduto è un bel romanzo di genere fantastico dello scrittore britannico James Hilton del 1933.

Gradevole. Introdusse il nome di Shangri-La, un ipotetico luogo di benessere e ricerca della felicità dei saggi di un monastero del Tibet, luogo idealizzato di un mondo perduto, simile al "paradiso".

Da questo romanzo sono stati tratti tre films: nel 1937 la prima e più celebre trasposizione cinematografica, diretta da Frank Capra, nel 1956 una versione in chiave musical, diretta da Sheldon Harnick, nel 1973 un altro film, diretto da Charles Jarrott.

Ristampa 1995

venerdì 20 aprile 2018

Tecnica di sollievo

Quando ci sentiamo depressi occorrerebbe pensare a tutte le cose belle e buone che abbiamo fatto nella nostra vita (e ne abbiamo fatte di sicuro, anche solo nascendo) e concentrarsi su queste quando ci sentiamo depressi, poi guardarsi allo specchio e sorridere e ripetere mentalmente o a voce alta: “Io merito il meglio, io merito la felicità!”

domenica 15 aprile 2018

Corso Fogazzaro Vicenza e Viale Mazzini

Uno degli innumerevoli e bellissimi palazzi di Corso Fogazzaro e interno del Bar Fogazzaro, in attesa della comitiva e della guida, Professor Luciano Parolin

 
Tempio di S. Lorenzo (sec. XIII)
E particolare del leone, su cui è incisa la scritta..." Un certo Boso, colpevole di danneggiamento alla zampa, non doveva entrare in Chiesa, fino a quando non avesse fatto restaurare il leone raffigurato..."

Palazzo Pigatti

Contrà Mure Carmini

Da Ponte Nuovo (chiamato così perché è stato ricostruito ben 7 volte)

Porta S. Croce
Mura della Città di Vicenza con i torrioni ottagonali
E, sotto, celebre avviso o "Grida" per emanazione divieti di schiamazzi, in Contrà Corpus Domini

domenica 8 aprile 2018

Tomba di Andrea Palladio ... e di altri Cittadini Illustri e Benemeriti vicentini

Con l'Editto di Saint Cloud, Napoleone fece togliere le tombe nobiliari e degli Illustri dalle Chiese all'interno delle mura cittadine. Così si iniziò la costruzione del Cimitero Monumentale a Vicenza.

Tra le altre:
Tomba dedicata al celebre architetto Andrea Palladio

Bella statua davanti alla tomba della famiglia Girotto

Tra gli Illustri e Benemeriti, anche le dediche sulle tombe a ricordo dello scultore Nereo Quagliato, di cui si ricorda, sotto, una sua bella opera

e di Otello De Maria, pittore

La guglia, davanti all'entrata principale del cimitero, dedicata ai veterani della Rivoluzione vicentina contro gli Austriaci, nel 1848.

I sepolcri più rinomati disseminati sotto i portici del Cimitero Monumentale di Vicenza e descritti dal professor Parolin.
Famiglia Chiericati

Famiglia Querini, Benefattrice del celebre Parco in città
Famiglia di Fedele Lampertico, economista e politico

sabato 7 aprile 2018

Cronin - citazione

La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta: forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi. 
Queste le parole di A. J. Cronin scrittore, drammaturgo e medico scozzese. 
Dipinto di Edward B. Gordon