venerdì 26 luglio 2013

Sant'Anna...AUGURI A TUTTE COLORO CHE PORTANO IL SUO NOME (O CHE LO CONTENGONO ALL'INTERNO DEL PROPRIO NOME...COME IL MIO)


Notizie di lei sono fornite dall'apocrifo Protovangelo di san Giacomo, risalente al sec. II diffusissimo in Oriente , secondo il quale Anna era figlia del sacerdote betlemita Mathan e aveva due sorelle Maria e Sobe che sposarono due betlemiti e divennero rispettivamente madri di Maria Salome e di Elisabetta.
Anna, invece, sposò il galileo Gioacchino. Sempre il “Protovangelo di san Giacomo” narra che Gioacchino, sposo di Anna, era un uomo pio e molto ricco e abitava vicino Gerusalemme.
Da segnalare la presenza nella famiglia di Sant’Anna di Sant’Elisabetta (figlia della sorella) che poi genererà Giovanni Battista e che è menzionata nel Vangelo.
L’incontro di Gioacchino e di Anna avvenne in modo miracoloso presso la porta Aurea di Gerusalemme lo sposalizio si celebrò quando avevano 20 anni lui e 16 anni lei.
Ma non ebbero figli per moltissimi anni e Gioacchino subì per questo motivo una grave umiliazione, la cacciata dal tempio.
Infatti recatosi a sacrificare al tempio per la solennità dei Tabernacoli, i ministri del culto rifiutarono la sua offerta poiché non poteva essere mista a quella degli uomini con prole.
In preda alla vergogna e spaventato dalla colpa di cui lo si accusava, Gioacchino fuggì nel deserto e andò ad abitare tra i pastori.
Anna, tornata a Nazareth, soffriva per questa sterilità, a ciò si aggiunse la sofferenza per questa ‘fuga’ del marito; quindi si mise in intensa preghiera chiedendo a Dio di esaudire la loro implorazione di avere un figlio.
Durante la preghiera le apparve un angelo che le annunciò: “Anna, Anna, il Signore ha ascoltato la tua preghiera e tu concepirai e partorirai e si parlerà della tua prole in tutto il mondo” .
Passarono nove mesi ed ecco che la Regina del cielo nacque tra le mura di una piccola casa di Nazareth. Quaranta giorni dopo la nascita le fu imposto il nome di Maria.
Quando la bambina ebbe compiuto 3 anni fu offerta al tempio ed ivi rimase per gran tempo. Sant’Anna e San Gioacchino spesso vi si recavano a trovarla.
Si dice che all’interno del tempio sotto un’attenta guida, Maria tesse il grande velo che poi si squarcerà, quando Gesù muore sulla croce.
A quattordici anni Maria fu condotta in sposa a San Giuseppe. Anna e Gioacchino morirono molto anziani e secondo la tradizione l’una morì di Martedì l’altro di Domenica alla presenza di Gesù, Maria e Giuseppe.
La prima manifestazione del culto di Sant’Anna in Oriente risale al tempo di Giustiniano che fece costruire nel 550 in Costantinopoli una chiesa in suo onore .
Anche i greci la celebravano tre volte all'anno il 25 luglio, il 9 settembre e il 9 dicembre. In Occidente la cui festa ricorre il 26 luglio, il culto si manifestò più tardi....

lunedì 22 luglio 2013

Pierangelo Bertoli - cantautore e suo figlio Alberto....


AUTOGRAFO DI BERTOLI ANNI '80



TRA LE SUE CANZONI

C'era un tempo....

...Dicevi che son pazzo
perché amo la gente,
mille anni più saggia è invece la mia mente.....


....Voglio stare in questo mondo,
dare un senso alla mia vita,
e riempirla di sorrisi nuovi e veri....



Il centro del fiume
clicca sull'indirizzo sotto:
http://www.youtube.com/watch?v=n834hPnkNhA


Per dirti t'amo


Sera di Gallipoli


A muso duro (testo)
(F.Urzino - P.A.Bertoli)

E adesso che farò, non so che dire
e ho freddo come quando stavo solo
ho sempre scritto i versi con la penna
non ordini precisi di lavoro.
Ho sempre odiato i porci ed i ruffiani
e quelli che rubavano un salario
i falsi che si fanno una carriera
con certe prestazioni fuori orario
Canterò le mie canzoni per la strada
ed affronterò la vita a muso duro
un guerriero senza patria e senza spada
con un piede nel passato
e lo sguardo dritto e aperto nel futuro.
Ho speso quattro secoli di vita
e ho fatto mille viaggi nei deserti
perchè volevo dire ciò che penso
volevo andare avanti ad occhi aperti
adesso dovrei fare le canzoni
con i dosaggi esatti degli esperti
magari poi vestirmi come un fesso
per fare il deficiente nei concerti.
Canterò le mie canzoni per la strada
ed affronterò la vita a muso duro
un guerriero senza patria e senza spada
con un piede nel passato
e lo sguardo dritto e aperto nel futuro.
Non so se sono stato mai poeta
e non mi importa niente di saperlo
riempirò i bicchieri del mio vino
non so com'è però vi invito a berlo
e le masturbazioni celebrali
le lascio a chi è maturo al punto giusto
le mie canzoni voglio raccontarle
a chi sa masturbarsi per il gusto.
Canterò le mie canzoni per la strada
ed affronterò la vita a muso duro
un guerriero senza patria e senza spada
con un piede nel passato
e lo sguardo dritto e aperto nel futuro.
E non so se avrò gli amici a farmi il coro
o se avrò soltanto volti sconosciuti
canterò le mie canzoni a tutti loro
e alla fine della strada
potrò dire che i miei giorni li ho vissuti.


Per te (MADRIGALE)
.....Ma il tempo ci è alleato
e giorno verrà,
chi ti ha rubato tanto
un giorno lo so, io lo so, pagherà
.....


Filastrocca a motore

La luna sotto casa

L'autobus

Rosso colore...

ED ORA SI ESIBISCE IL FIGLIO  (MOLTO BRAVO) ALBERTO BERTOLI CHE HA GIA' PUBBLICATO UN SUO PRIMO CD (IL TEMPO DEGLI EROI) E TRA BREVE NE USCIRA' UNO NUOVO, UN CD PRODOTTO DAL COMPLESSO "I NOMADI"

TRA LE SUE BELLISSIME CANZONI SEGNALO "LE COSE CAMBIANO" DI LUCIANO LIGABUE, SCRITTA INIZIALMENTE PER PIERANGELO BERTOLI, CHE PERO' NON HA POTUTO INCIDERLA, E COSI' LIGABUE HA FATTO DONO AL FIGLIO DI PIERANGELO ....
clicca sotto:
http://www.youtube.com/watch?v=yalc1v69R5s



 
 
AUTOGRAFO DI ALBERTO A MIO FIGLIO LORIS

mercoledì 17 luglio 2013

FRANCA RAME - GENESI .....SECONDO L'ARTISTA SCOMPARSA

FRANCA RAME ERA VENUTA A VICENZA....QUANDO ERA SENATRICE...NEL 2007



PER CONTESTARE LE SPESE MILITARI ...E PER MANIFESTARE CONTRO LA COSTRUZIONE DI UNA BASE U.S.A. A VICENZA.

HA SEMPRE COMBATTUTO IN VIRTU' DELLA GIUSTIZIA, DEL RISPETTO RECIPROCO, DEI DIRITTI DELLE DONNE, CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE (ERA STATA ANCHE VITTIMA DI STUPRO COLLETTIVO NEL '73, IL REATO CONTESTATO AI SUOI AGUZZINI ANDO' IN PRESCRIZIONE 25 ANNI DOPO)...

HA LASCIATO LA SUA VERSIONE DELLA GENESI, RACCONTATA, NEL GIORNO DEL SUO FUNERALE, DAL MARITO DARIO FO:
 
(KLIMT - ADAMO ED EVA)
  • SIAMO NEL PARADISO TERRESTRE.
  • DIO E' ALLE PRESE CON LA CREAZIONE DEL PRIMO ESSERE UMANO, CHE NON E' UOMO MA DONNA.
  • LA MODELLA CON ARGILLA FINE E DELICATA.
  • ADAMO VERRA' DOPO PER TENERLE COMPAGNIA.
  • ED EVA, CHE SUBITO LO ADOCCHIA, SI ESIBISCE PER LUI IN UNA DANZA SELVATICA.
  • ADAMO SCAPPA TERRORIZZATO, VIENE RIACCIUFFATO DA UN ARCANGELO E PORTATO CON EVA DAVANTI A DI, CHE BENEDICE LA COPPIA E PONE UN PROBLEMA
  • MOSTRA LORO DUE ALBERI.
  • "SE MANGERETE I FRUTTI DEL PRIMO DIVENTERETE COME ME, PERFETTI ED IMMORTALI".
  • "SE INVECE PREFERITE LE MELE DEL SECONDO, AVRETE LA CONOSCENZA, LA SAPIENZA E L'AMORE. MA ANCHE LA MORTE".
  • "SCEGLIETE VOI".
  • EVA NON HA DUBBI: PREFERISCO IL SECONDO, PERCHE' VOGLIO CONOSCERE, SAPERE, CINGERMI A QUEST'UOMO, AVERE DEI FIGLI.... A QUEL PUNTO, BEN VENGA ANCHE LA MORTE.

mercoledì 3 luglio 2013

ALTRI ARTISTI


IO ED IL MAESTRO PERSANO AD UNA MOSTRA COLLETTIVA (CON I MIEI QUATTRO QUADRI ESPOSTI DIETRO A NOI - VEDI SOTTO)





ACQUERELLO DI VACCARETTI





TISATO - ARTISTA DEL LEGNO



OPERA TISATO CON LEGNO - STOFFA E GESSO




TONO ZANCANARO

ANTONIO RUSSO
QUADRI AD OLIO
 
 

SILVIO LACASELLA
 
 
INNOCENZO VIGOROSO - SCULTORE
 

lunedì 1 luglio 2013

Melanzane grigliate con prezzemolo, sale e olio

 
Uno studio condotto dall’Università del Massachuttes ha rivelato che le fibre e i carboidrati poco solubili della melanzana contengono sostanze fenoliche che spazzano via gli enzimi responsabili di patologie come: diabete e ipertensione. Le sostanze contenute nella buccia avrebbero anche effetti benefici per l’insufficienza epatobiliare.La melanzana cotta quindi senza grassi e con tutta la buccia si rivela utile per patologie epatiche, pancreatiche e intestinali.


Digital Art di mio fratello Paolo

Il figlio Riccardo Il figlio Enrico La moglie Elena